Non in molti pensavano che un impresa come quella di costruire una Las Vegas in Europa potesse essere una cosa semplice, ma le difficoltà che sta incontrando Sheldon Adelson stanno superando le aspettative più negative. Il magnate americano e numero uno dell’impero della Las Vegas Sands ha da sempre grandi progetti in mente ed una delle sue ultime idee è proprio quella di costruire un complesso di edifici su territorio iberico, in particolare ad Alcrond, Madrid.

Le problematiche attuali sono con i proprietari dei terreni sui quali dovrebbero sorgere i casinò ed i resort a La Venta de la Rubia, proprio nel sud nella capitale spagnola. Si parla di ricorsi legali da parte degli stessi proprietari per non farsi espropriare i propri terreni a “causa” del mega progetto finanziato proprio dal magnate americano.

Fino a questo momento non ci sono notizie di contatti tra la comunità di Madrid e la Lvs nei confronti dei proprietari del suolo sul quale il progetto dovrebbe avere inizio, si parla di circa 1.200 ettari di terreno. DI questo totale circa 750 saranno ottenuti attraverso espropri, ma ovviamente i proprietari terreni non stanno certo a guardare con le mani in mano e si sono quindi organizzati riunendosi a Frapema in modo da pianificare la loro azione a livello giudiziario contro la Comunità di Madrid.

Il grande problema di fondo è inoltre un altro, ossia il fatto che la maggior parte dei terreni sono agricoli e secondo il Comune potrà essere reso urbanizzabile con le dovute modifiche del piano, mentre secondo coloro che si oppongono si dovrà cambiare in modo completo il piano regolatore oltre alla legge attuale per poter costruire addirittura 22.000 abitazioni.